19.9.06

Bin Laden rassicura Prodi

Ma è mai posibile che l’unica cosa che Prodi è stato in grado di dire sulle esecrabili reazioni del fronte islamico (fra cui l’assassinio di una missionaria) di fronte alle parole del Papa è che non vi è alcuna minaccia su Roma da parte di Al Quaeda! A parte il fatto che vorremmo conoscere le sue fonti – Bin Laden in persona, il suo amico Ahmadinejad?- Prodi continua a non spendere una parola sull’intimidazione costante che pende sulla libertà di espressione, ogni qualvolta venga pronuciata una frase sgradita al fondamentalismo religioso islamico. Il fatto che ad essere oggetto di minacce gravissime sia oggi il capo della Chiesa Cattolica è un segnale di allarme di eccezionale preoccupazione che richiede ben altro che il bonario paternalismo di Prodi. Noi denunciammo l’attacco alla Danimarca quando dopo la pubblicazione delle famose vignette il primo ministro danese disse che non poteva offrire scuse a nessuno perché nel suo paese la libertà di stampa è un diritto inalienabile. Allora il Vaticano scelse la dissociazione, oggi si trova nella stessa situazione il Papa. Dovrebbe essere ormai chiaro, come scrive oggi il Washington Post, che è tempo di unirsi tutti, indipendentemente dal condividere o no questa o quella frase o disegno, indipendemente dallo schieramento politico, a difesa della libertà di espressione, in occidente come altrove. Prodi come primo ministro del paese che ospita il Vaticano, avrebbe oggi il dovere di dare l’esempio. Ma è ormai evidente che non lo può fare, perché la sua maggioranza non glielo consente. E questa è una vergogna per l’Italia.

17 Comments:

Anonymous cosimo benini said...

Ho leggiucchiato un po' di post sul suo blog. Supponiamo veramente per un attimo che il rischio concreto per l'occidente laico e per i cristiani che vi abitano sia effettivamente quello di subire una "reconquista" al contrario da parte di schiere di martiri bombaroli. Lei cosa suggerisce? Un lancio di ICBM sulle principali capitali dei paesi di religione musulmana? Risolviamo la questione a suon di megatoni? Perchè, vede, se il punto è lo "scontro di civiltà", la scelta è o noi o loro, o il crocifisso o la bandiera verde con la mezzaluna, o le libertà borghesi o l'oscurantismo fatto di burqa e barboni neri.
A parte gli scherzi...chi si interessa un pochino di geopolitica sa bene (e spero che lei sia fra questi) che la realtà è un po' diversa. Chi si interessa di storia delle religioni sa bene che l'Islam e la cultura islamica hanno determinate peculiarità, che la cultura europea non ha. E, via discorrendo, potremmo continuare per giorni.
Le suggerisco un elemento di riflessione oggettiva, magari stantio e banale, ma io sono solo un quisque de populo: se lei avesse voluto arginare il terrorismo nell'area mesopotamica, avrebbe abbattuto un regime laico e occhiuto che aveva il merito di costipare tutta una serie di conflitti etnici e religiosi, oltre che di sorvegliare e tenere sottochiave gli arsenali di armi leggere? Chi si è arricchito vendendo gli stock di kalashnikov della Guardia Repubblicana Iraqena? E in Afghanistan l'oppio si coltiva con eccellenti rese produttive, mi pare. Anche là i risultati sono scarsini temo.

12:26 PM  
Anonymous laforzadellapassione said...

Gli errori compiuti nella cosidetta guerra al terrorismo sono stati ahimè molti, così come è assurdo il concetto di guerra preventiva che predica un conflitto oggi per evitarne uno possibile domani (e in base a quali criteri si stabilisce se è probabile o no??). La politica dell'occidente deve essere secondo me completamente diversa e si deve basare sul fatto inconfutabile che ogni modello di convivenza tra culture diverse è miseramente fallito (vedi la Francia o l'Inghilterra, vedi il melting pot americano, etc etc). La soluzione è quella di lasciare al loro destino i paesi islamici; che si occupino loro stessi della loro maturazione verso la democrazia; che si risolvano da sè le gravi violazioni dei diritti umani, o se non vogliono affrontare questi problemi rimangano pure così come sono oggi. Questo sarà possibile nel momento in cui l'occidente non sarà più dipendente dal petrolio; quando la nostra indipendenza energetica sarà totale non avremo più interessi per quell'area ed ogni guerra o tensione non avrà più motivo di esistere...

2:15 PM  
Anonymous Anonimo said...

La vergogna è avere avuto al governo esponenti legati alla p2.

4:50 PM  
Anonymous Anonimo said...

A matter of life and death dei maiden è un grandissimo album: acquistatelo tutti!!!!!!

4:54 PM  
Anonymous Anonimo said...

Taradash, lei è un buffone.
Ripropone il vecchio clichè Prodi=comunisti=Bin Laden, capisco che quei 4 poveri sventurati che le danno ancora credito hanno un livello mentale e culturale tale che pososno anche condivdere queste vaccate, ma non lo trova umiliante per la sua presunta intelligenza?

10:22 AM  
Anonymous cosimo benini said...

Capisco che l'autore del blog si offra ad attacchi e polemiche, visto il taglio dato ai suoi post, tuttavia non si risolve con l'attacco fine a se stesso la dialettica fra chi crede che il mondo sia sull'orlo dello scontro fra bene e male (e quanto strumentalmente?) e chi, in modo altrettanto apodittico (e quanto strumentale?) vive di complottismo giudaico-americano.
Signori, i Protocolli dei Savi di Sion sono roba vecchia e ritrita, come anche il Feroce Saladino la Bella Sulamita: il mondo vive di complesse relazioni e contrapposizioni di interessi che poco hanno a che vedere con l'islam, l'ebraismo ed il cattolicesimo. Suggerirai una visione di una mappa delle risorse energetiche e dei tracciati (presenti e futuri) di gasdotti e petroldotti per capire perché gli Stati Uniti sono andati in Afghanistan ed in Iraq e non altrove. Uno studio del commercio marittimo (compreso il trasporto via mare di combustibili fossili) è altresì consigliabile.

1:08 PM  
Anonymous zamax said...

..io sono bovero sbendurado con bicolo libelo mendale e culdurale .. biace moldo quesdo bosd di signor Daradash ... berché du chiamare baccade? ...bergogna dire buffone e no suo nome ...

Massimo Zamarion

2:36 PM  
Anonymous Anonimo said...

E questi sarebbero gli ex radicali, che pur di criticare la politica estera di sinistra ora ammirano il Papa? Mamma che ipocrisia!
AHAHAHAHAHAHAHA
AHAHAHAHAHAHAHA
AHAHAHAHAHAHAHA
Ci credo che ottenete un consenso pari a un prefisso telefonico.

6:45 PM  
Blogger tom & jerry said...

Continua cosí Marco. La lettura di questi commenti mi conferma il mio giudizio sui possibili sinistri della Sinistra nostrana e d'oltre confine.
Lo scontro tra civiltá esiste e c'é sempre stato. Solo gli imbecilli non lo vedono. Il problema é solo quali armi usare per scontrarsi. i cosiddetti paesi civili(zzati) si giocano una partita a pallone e se perdono accettano il risultato. Quelli che non sanno nemmeno cosa é stato il rinascimento accendono i fuochi e impiccano i calciatori che hanno segnato il goal.
Tra questi due metodi regna la differenza. Triste che a vederla sia sempre la solita minoranza.
Ma non ci facciamo scoraggiare da Mortadella e i suoi seguaci...

10:23 PM  
Anonymous Michele said...

Qualcuno più sopra sollevava una domanda del tipo "che si può fare?"... Senza scomodare la bomba atomica, i vertici istituzionali dell'Italia come degli altri Paesi potrebbero semplicemente pronunciare poche parole come ad esempio "Non consentiamo a nessuno di imporci cosa dire o non dire. E di certo non temiamo l'arroganza di chi è avvezzo alla violenza e alla soppressione dei diritti umani". Io non so perché questa reazione non viene fuori: buonismo imbecille? idiozia totale? paura? opportunismo politico (voti dagli immigrati)? Necessità di proteggere i soldati e i connazionali all'estero? Ma non è masochistico e controproducente calarci sempre le braghe per evitare di prendere "pugni in faccia"? Tanto poi ce li danno lo stesso... E se li dessimo noi un po' di "cazzotti" a questi islamobarbari?

2:48 PM  
Anonymous zamax said...

Sono d'accordo con Michele. La prima e più importante difesa viene da una parola chiara che ci dovrebbe tutti unire. Io mi considero cristiano ma non ho apprezzato la posizione dei cattolici, anche quelli in buona fede, sulla questione delle vignette. La questione lì era quella del rispetto delle regole basilari della convivenza civile. Si parla di dialogo, ma la premessa di ogni dialogo è la reciproca libertà di dire, col giusto rispetto, cose spiacevoli.
Come ha fatto il Papa.

7:50 PM  
Anonymous Metafisico said...

Bin Laden è morto da un pezzo ma i media macchinati dagli ebrei vi hanno fatto credere il contrario.
Sveglia!

11:12 PM  
Blogger stefania said...

Metafisico: io sono ebrea. Avanti, vediamo se mi insulti.

11:58 PM  
Anonymous periclitor said...

sono off topic ma volevo complimentarmi con lei per le cose dette oggi a omnibus dove sia il sig menichini che la sigra armeni sono stati messi in seria difficolta dai suoi ragionamenti e dai fatti da lei riportati(con appunti al seguito però hheeheh)grande.
Periclitor

10:14 AM  
Anonymous Anonimo said...

Per Stefania: non è colpa tua!

3:14 PM  
Anonymous Anonimo said...

Cazzo, siamo un popolo di ex guerrafondai che ha mandato i propri porci crociati in giro per il mondo e nel 2006 dopo, tutto sommato, pochi anni abbiamo il coraggio di parlare quali esseri supremi e superiori dai modi affabili ed eleganti. Ma chi vogliamo prendere per il culo??
L'invasione clericale è stata un cancro che ha distrutto molte culture ed il fatto che adesso molti siano affetti da questo cancro non giustifica guerre e massacri in nome di Dio. Dio non è un soprammobile e non ha bisogno di falsi profeti ricoperti d'oro e questo taradash tu lo sai..La chiesa cattolica con i suoi rappresentanti non è dio e chi la rappresenta è solo un uomo dotato di una pseudo morale erosa da secoli di sputtanamenti. Ma con che coraggio, noi, vogliamo insegnare agli altri come vivere? La libertà di espressione l'abbiamo conquistata, è vero, e dobbiamo difenderla da fondamentalisti indegni di vivere ma non ergiamoci a dei quando in realtà siamo degli ex colonialisti che hanno fatto di africa ed america le loro mete e che hanno distrutto con la loro violenza perbene le sottoculture europee. Quindi taradash se il colonialista che è in te si sente in guerra con i fondamentalisti ti rinnovo un consiglio che ho letto su uno dei commenti ai tuoi post: fatti il tuo esercito privato e muori gloriosamente per la santa romana chiesa!!!
AMEN

10:29 AM  
Anonymous mauro said...

E il post di ieri sera ("Abbasso il Papa"), che fine ha fatto?

10:55 AM  

Posta un commento

<< Home