31.7.06

Libano/Israele: Taradash, Pietà pelosa contro Israele


Ora che tonnellate di pietà pelosa e ipocrita si abbattono su Israele dalle cancelleria e dagli editoriali di mezzo mondo bisogna chiedere all’Onu e all’Europa in particolare, che cosa abbiano fatto in questi anni per smantellare l’organizzazione terroristica degli Hezbollah, per prevenire il riarmo nucleare dell’Iran e per impedire che si creassero le condizioni per l’aggressione dal sud del Libano nei confronti di Israele. La domanda precisa è che cosa Onu e Europa hanno fatto in concreto, a che cosa ad esempio un paese come la Francia, ora impegnata in una indecente iniziativa diplomatica contro Israele, abbia rinunciato dei suoi interessi economici. Poiché in realtà nulla di concreto è stato fatto, l’Europa si è cullata come d’abitudine nella quiete prima e dopo le tempeste americane, nella speranza che le cose si mettessero a posto da sole, senza dover rinunciare ad una sola ora di bel tempo o una sola ora di vacanze prepagate. E’ naturale che la rabbia si scarichi ora su Israele, colpevole agli occhi dell’Onu e dell’Europa di difendere le proprio ragioni di esistenza, di libertà e di democrazia anche per conto di un’Europa che i suoi conti spera di non pagarli mai.

14 Comments:

Anonymous ABBAS said...

AMMERDOSO!!!!!!!!!!!!!!

7:53 PM  
Blogger Carletto Darwin said...

Il tuo mi sembra un attacco ingeneroso. In realtà si confrontano due metodi di lavoro, uno interventista "neocon" e uno di realpolitik.
Il primo è un mantra degli ultimi anni; il secondo lo hanno avuto anche gli US negli anni della guerra fredda.
La tua domanda, magari togliendo gli attacchi pesanti, sarebbe: usciti dalla guerra fredda un sacco di diplomazie, magari per problemi di mancato turn-over, ragiona ancora come se ci fosse Breznev. A quando un nuovo modo di vedere ed intervenire nel mondo?
Altrimenti potresti fare gli stessi attacchi alla politica US degli anni '70; anche gli US si sono cullati nella quite; anche gli US hanno appoggiato stati non proprio simpatici.
Taradash, non è facile uscire e rimodellare le strategie dopo un periodo di immobilismo. E se guardi l'anno di nascita di tanti diplomatici a la Boniver, capisci anche il perchè..

8:04 AM  
Anonymous Anonimo said...

è vero che Onu ed Europa (Stati singolarmente e Unione è lo stesso) han fatto poco per impedire il riarmo di hizballah e sinora si dimostrano poco efficienti sulla questione nucleare iraniana.

Ma d'altro canto chi ha fatto qualcosa?
gli Usa?
Israele?
Israele ha addirittura abbandonato la zona sud del libano dove oggi c'è hezbollah...sperando che la Siria si convincesse a firmare Pace e riconoscimenti vari. Questo secondo me fu un grave errore: la Siria rivoleva il Golan, giocare il Libano come una carta politica asettica senza calcolare i problemi che ne sarebbero nati non è stato certo da geni...

A me pare che inseguendo lo spettro di Bin Laden e soci ci si sia dimenticati un'altra rete del male che si è sviluppata nell'ombra a partire dal settembre 2001. Chissà a che punto sono adesso, riusciremo a fermarli?

4:08 PM  
Anonymous Anonimo said...

Nulla di quanto detto e scritto in questi anni sulla situazione Israeliana ci ha colpiti più di quanto testimoniato ieri da un “immenso” Adriano Sofri nella sua Piccola Posta: “senza il sostegno (fino a quando?) degli Stati Uniti, se Israele subisse un attacco teso a distruggerla e buttarla a mare, l’Europa metterebbe tutt’al più a disposizione qualche nave per caricare i superstiti” ... “Israele deve amare i bambini altrui come i propri” ... “Se gli Hezbollah si fanno scudo di vecchi e donne e bambini, bisogna rinunciare a colpirli. Anche quando questo significasse una scelta d’azione che metta più a rischio la vita dei propri soldati”.
Invito tutti a procurarsi il Foglio di ieri e di sostituire con questo ritaglio i ritratti di Napolitano in tutti gli uffici pubblici.

Ma allo stesso tempo non posso esimermi dal fare un cinico e doloroso ragionamento. Cosa sarebbe dell’Europa e del mondo senza gli oltre 3000 corpi privi di vita trascinati nella risacca a Omaha Beach, e senza i 45000 (quarantacinquemila!) americani, inglesi e canadesi morti e i 173000 (centosettantatremila!) feriti durante la sola invasione della Normandia?
O cosa sarebbe dell’Italia senza i 30000 (tentamila!) americani e inglesi caduti nei primi tre mesi delle operazioni in Sicilia.
La vita o la morte di un soldato hanno un valore non paragonabile alla vita o alla morte dei civili.
Sono altro. Sono la possibilità per tutti di aspirare ad una vita felice, di essere liberi, di dissentire sulla guerra e gridare quest dissenso nelle piazze liberate con il sangue.
L’unica derimente, tragicamente, è: chi è nel giusto? E come Sofri e Taradash io sto con Israele!

E sostengo con forza la tesi che un fine eccezionale, quale è eliminare una formazione terroristica in grado di portare 200 attacchi al giorno per 20 giorni con razzi esplosivi, giustifica azioni eccezionali e conseguenti possibili errori e orrori.

E sarà per il modo di porre la bocca a “culo di gallina”, sarà perché abbandonarono il Vietnam e l’Indocina facendo carta straccia dei trattati sottoscritti con le proprie ex-colonie, sarà perché hanno cercato di difendere il regime di Saddam Hussein, sarà perché non hanno voluto fornire alcun supporto militare per difendere milioni (milioni!) di civili inermi e liberi nell’Iraq post-bellico, sarà per Vichy, ma non mi aspetto alcunché dalla Francia. Semplicemente sono un buco nella carta della geografia politica.
Lo stesso buco che ingloba la Germania (pre?) Merkel, la Spagna di Zapatero, l’Italia di Prodi. Opachi, mediocri, timorosi leader, ombre cinesi senza burattinaio, anime vuote, nomi per il tritacarne della storia, che passano la mano ad ogni decisione gravosa o pruriginosa attendendo l’intervento dell’Entità Superiore, ora l’Unione Europea, ora la Nato, ora l’Onu, ora La Concordia tra i Popoli, ora una crisi "più grave", sino alla prossima "crisi più grave" e alle prossime elezioni.
Tanto a noi già ci hanno liberati!
Ciao
A.O.

12:53 AM  
Anonymous Anonimo said...

- Genio francese -
All'Onu la Francia - giudicando prematura la riunione dei paesi disponibili alla composizione della forza di interposizione in Libano - ha dato forfait.
La Francia medesima dovrebbe guidare tale contingente.
Come dire: "cari Israeliani vedetevela da soli che io porto lo champagne".

- Fumo Dalemiano -
"Noi chiediamo l'immediata cessazione delle ostilità perché è del tutto evidente che nessuna forza internazionale può dislocarsi mentre c'è una guerra" (M. D'Alema - Ministro degli Esteri)
1) Noi? ... Noi olive? Noi DS? Noi Uivo? Noi Unione? Noi Governo? Noi UE? Noi Nato? Noi Onu? Noi D'Alema?
2) Chiediamo? ... a chi? Gli Hezbollah in Libano non vogliono farsi "interporre" da nessuno. Gli israeliani sono già forza d’interposizione.
3) E' del tuto evidente? ... Quanto tempo serve per predisporre una grande forza internazionale stante che la precipitosa fuga dall'Iraq dei soli 1600 italiani richiede tre mesi?
Voto al Ministro degli Esteri: 0
Testo riveduto: "In base alla fresca esperienza italiana - e a quella maturata dall'amico Zapatero - immagino tra tre mesi possa dislocarsi una piccola forza internazionale auspicando per tale data una pausa nei combattimenti" (M. D'Alema - Ministro degli Esteri)

Ciao
A.O.

2:09 AM  
Anonymous Metafisico said...

è ora di finirla con lo zerbinismo verso Israele , "italiani"!
Ovviamente per voi quando quella plutocrazia fa a pezzi con missili "umanitari" 30 bambini per voi non è altro che una reazione giustificata, vero?
IL vostro acriticismo verso Israele è qualcosa di diabolico!

2:52 PM  
Blogger harry said...

Intanto io mi faccio una spremuta di pompelmi israeliani al giorno: il mio piccolo contributo alla guerra contro Hezbollah :-)

3:26 PM  
Anonymous Anonimo said...

IL governo piduista, quello che taradash sosteneva, cosa avrebbe fatto?
Avrebbe inviato quattro ex disoccupati, ora militari, a sostenere israele?
ma perchè marco non parte anche lei con il suo esercito privato e va difendere israele?

11:56 AM  
Anonymous Metafisico said...

Plutocrati assassini!

7:10 PM  
Blogger harry said...

E perché non vai tu, anonimo, a farti esplodere come kamikaze in difesa di Hezbollah?

8:04 PM  
Anonymous Anonimo said...

Perchè io non difendo nessuno, saputello di sta cippa, e soprattutto non sono ipocrita come voi fascisti. Sostenete tesi indefendibili e pretendete di essere nel giusto. Rinnovo l'invito fatevi il vostro esercito ed andate a morire gloriosamente per israele.

3:16 PM  
Blogger tom & jerry said...

se i terroristi HIZBOLLAH lanciano i razzi contro Israele la colpa é degli israeliani, se mio Nonno cade dall'albero la colpa é del conflitto israelo-palestinese e quindi degli israeliani..., se vai a sbattere al muro... beh lo sai giá é colpa loro, se t'hanno fregato la bicicletta chiama l'ambasciata israeliana e lamentati, se non hai vinto alla lotteria nazionale inizia a boicottare i prodotti made in Israel... e domani prima di andare al lavoro pensa a come fregare il collega perché poi potrai sempre dire che t'ha mandato il mossad...

12:15 AM  
Anonymous Anonimo said...

Beh fatti l'esercito e parti in loro difesa!

10:36 AM  
Anonymous Anonimo said...

Wonderful and informative web site. I used information from that site its great. what is tramadol Appliance temperature tester Mistress charlotte shemale sex slave My ebay bidding protonix

9:09 PM  

Posta un commento

<< Home